Biblioteca

bibliotecaEcco una bella immagine della nostra ricchissima biblioteca di plesso. Questa è la sezione dedicata ai ragazzi più grandi, mentre nell’angolo vicino alla porta si trova la zona riservata ai più piccoli. Ci sono libri di tutti i generi, sistemati negli scaffali secondo la collocazione dei libri per ragazzi in uso in tutte le biblioteche.

La maggior parte dei testi presenti è stata acquistata con i fondi raccolti durante la “Mostra del Libro”, una manifestazione che vede impegnati tutti gli alunni della scuola e i loro insegnanti, in attività di animazione alla lettura, drammatizzazione, produzione di illustrazioni, anche con l’aiuto di esperti del settore.

La “Mostra del Libro” è un’occasione per vivere la scuola come luogo di accoglienza, di partecipazione e condivisione. Il giorno della festa la scuola si apre alle famiglie e ai bambini e tutti insieme trascorriamo qualche ora all’insegna del piacere di leggere, di scoprire, di raccontare e interpretare le storie che più ci piacciono, che più ci emozionano e ci rappresentano.

Lo scorso anno abbiamo festeggiato il ventennale della manifestazione. Questo il breve spot che presentava le attività:


Se volete che i vosti figli diventino dei buoni lettori attenzione ai consigli che ci danno due importantissimi autori.

“Nove modi per insegnare ai ragazzi a odiare la lettura”

1. Presentare il libro come una alternativa alla TV.
2. Presentare il libro come alternativo al fumetto.
3. Dire ai bambini di oggi che i bambini di una volta leggevano di più.
4. Ritenere che i bambini abbiano troppe distrazioni.
5. Dar la colpa ai bambini se non amano la lettura.libri in volo2
6. Trasformare il libro in uno strumento di tortura.
7. Rifiutarsi di leggere a! bambino.
8. Non offrire una scelta sufficiente.
9. Ordinare di leggere.
Gianni Rodari
da “Il giornale dei genitori”- 1966
In fatto di lettura, noi “lettori” ci accordiamo tutti i diritti, a cominciare da quelli negati ai giovani che affermiamo di voler iniziare alla lettura.Luzzati
1. Il diritto di non leggere
2. Il diritto di saltare le pagine
3. Il diritto di non finire un libro
4. Il diritto di rileggere
5. Il diritto di leggere qualsiasi cosa
6. Il diritto al bovarismo
7. Il diritto di leggere ovunque
8. Il diritto di spizzicare
9. Il diritto di leggere a voce alta
10. Il diritto di tacere
Mi fermerò arbitrariamente al numero 10, in primo luogo perché fa cifra tonda e poi perché è il numero sacro del famosi Comandamenti ed è bello, per una volta, vederlo servire a una lista di autorizzazioni.
Poiché se vogliamo che mio figlio, mia figlia, i giovani leggano è tempo di concedere loro i diritti che accordiamo a noi stessi.
Daniel Pennac
da “Come un romanzo” – 1992