Libri di testo: una scelta alternativa

Adozione alternativa dei libri di testo

Quest’anno, per la prima volta, abbiamo abbandonato il libri di testo e optato per l’adozione alternativa. Una scelta dettata dall’esigenza di offrire a tutti gli alunni la possibilità di decidere liberamente e autonomamente i propri percorsi di lettura, di rispettare i ritmi e i tempi individuali di apprendimento, di offrire una pluralità di strumenti che favoriscono autonome capacità di apprendere, scegliere e sperimentare. Alcuni di questi testi saranno, inoltre, oggetto di studio approfondito al fine di acquisire nuove conoscenze e sviluppare maggiori competenze di lettura, comprensione, rielaborazione e scrittura autonoma. Un particolare risalto è stato dato alla scelta di testi di poesia, in previsione dell’attuazione del progetto interdisciplinare “Progetto lettura: diamo voce alle emozioni” che si svolgerà durante il primo quadrimestre con il supporto esterno del maestro di musica Davide Stecca

Ma cosa significa non avere un testo uguale per tutti, come faremo a leggere? E quali libri leggeremo? Davvero avremo una biblioteca tutta nostra? Come faremo a scegliere? Quanta fretta! Prima di decidere osserviamo, tocchiamo, assaggiamo piccole porzioni di testo e poi stiliamo la lista dei nostri preferiti. Benvenuti quindi alla nostra prima giornata di

Libri da gustare

Muniti di menu abbiamo sfogliato, osservato, letto, raccontato una serie di testi della nostra nuova biblioteca di classe. Alcuni divertenti, altri emozionanti, altri ancora noiosi, strani…ma quanta voglia di provare a leggerli tutti.

Precedente Un'estate da leggere_insieme Successivo Libriamoci 2016. Leggere ad alta voce